Centro Assistenza di Register.it

  1. Assistenza
  2. Email
  3. Gestione Email
  4. Cosa fare in caso di abuso della tua casella di posta

Cosa fare in caso di abuso della tua casella di posta

Ti sarà capitato spesso di ricevere email indesiderate nella tua casella di posta alle quali non hai prestato grande attenzione: si tratta di messaggi SPAM e ignorarli è stato il comportamento migliore.

Se, però, ti viene segnalato che lo spam proviene dal tuo account, la situazione è diversa, perché significa che il tuo account è stato abusato. Non devi preoccuparti, perché si tratta di un problema facile da risolvere e siamo qui per aiutarti a farlo.


Come puoi impedire al tuo account di inviare messaggi di spam?
Molto probabilmente il tuo account è stato violato, quindi quello che devi fare subito è: cambiare la tua password.

Il modo migliore per fermare lo spam è rendere sicuro il tuo account con una password nuova e più efficace.


Per risolvere il problema:

1) Installa un buon antivirus:
Ti consigliamo di usare un antivirus sul tuo sistema operativo, perché è il modo più sicuro per mantenere il tuo computer protetto da qualsiasi rischio esterno. Non è necessario sceglierne uno a pagamento, ce ne sono diverse versioni gratuite in italiano, come ad es. AVG. Su Wikipedia trovi una pagina sempre aggiornata sui migliori antivirus sul mercato. Ricordati di installarlo su tutti i computer dai quali utilizzi la posta e di aggiornarlo regolarmente.

2) Aggiorna il tuo sistema operativo:
Su tutti i computer che usi per controllare la posta tieni aggiornati il sistema operativo e i relativi programmi applicativi. Fai sempre gli aggiornamenti di sicurezza che ti vengono richiesti dal computer in modo costante e senza rimandare. Le aziende che producono sistemi operativi, infatti, mettono a disposizione gli aggiornamenti di sicurezza proprio per far fronte ad eventuali bug di sistema che potrebbero mettere a rischio il tuo computer.

3) Scegli una password sicura:
Ecco le linee guida per scegliere una password sicura:
  • Più una password è complessa e più è difficile da indovinare: abbina lettere maiuscole e minuscole a numeri e simboli (compresi i segni di interpunzione). Usa almeno un numero, una lettera maiuscola e un simbolo.
  • Le password più lunghe sono più sicure: scegli una password che contenga almeno otto caratteri.
  • Una password non deve essere ovvia: evita dati personali come il nome, la data di nascita o il numero della patente.
  • Una password non deve contenere sequenze o caratteri ripetuti: non usare password del tipo: 12345678, 222222, abcdefg, o caratteri adiacenti sulla tastiera (QWERTY).
  • La password che usi deve essere diversa dalle password che usi su altri siti, perché se qualcuno ottiene quella password, potrebbe utilizzarla per accedere a tutti i tuoi account: trova una password per ogni account, magari con una parte comune a tutte e una parte variabile che identifica il servizio per la quale è necessaria.
  • La password deve essere cambiata periodicamente: fallo almeno una volta all'anno

Quali verifiche importanti fare:

1) Le informazioni sul tuo account sono stare modificate?
Controlla che tutti i dati relativi al tuo account email (come ad es. il nome, il mittente, il reply to ecc.) siano stati inseriti o modificati da te. Ti consigliamo di creare sempre dei promemoria (un documento, una nota sulla tua agenda, un post it ecc.) ad ogni modifica o dato che inserisci, così da rendere più sicuro e veloce un confronto futuro.

2) Nella cartella delle mail inviate ci sono messaggi sospetti?

Guarda nella posta inviata e controlla che tra le email non ce ne siano alcune che non hai mandato tu. Se trovi dei messaggi che non ricordi di avere mai inviato significa che il tuo account è stato abusato, perché qualcuno è riuscito ad entrare e inviare delle email di SPAM a tuo nome.

3) Hai ricevuto avvisi di mancato recapito di mail mai inviate?
Verifica che nella posta in arrivo non siano presenti messaggi che comunicano il mancato recapito di una mail che non hai mai inviato. Se hai appurato di aver ricevuto una mail del genere vuol dire che il tuo account è stato violato, perché qualcuno è riuscito ad inviare un messaggio dal tuo account che non arrivato a destinazione.

Come capire se è stato violato il tuo account

1) La tua password era poco sicura
Se il tuo account è stato violato è probabile che tu abbia scelto una password poco efficace oppure che tu abbia usato la stessa password per troppo tempo.
È importante infatti, non solo scegliere una password complessa, ma ricordarsi di modificarla periodicamente.

2) Hai condiviso con qualcuno i tuoi dati personali di accesso
Un motivo plausibile per l'abuso è che tu abbia rivelato ad altre persone le tue credenziali di accesso o che tu abbia risposto ad un messaggio di "phishing", indicando le informazioni personali relative al tuo account (ad es. password, domande di sicurezza, ecc.). Un altro possibile comportamento che può averti messo a rischio è quello di non essere uscito dal tuo account di posta (logout) dopo aver usato un computer pubblico.

3) Hai installato malware sul tuo computer
Cliccare su link strani può aver avuto come conseguenza l'installazione di software dannosi (malware) sul tuo computer.
Con il termine "malware" si intende un software ideato per danneggiare un computer. I malware riescono a rubare i dati sensibili dal tuo computer, determinando rallentamenti e, nel caso peggiore, provocando l'invio di false email. I tipi più comuni e diffusi di malware sono Virus, Worm, Spyware, Adware e Trojan horse.

Perché gli account vengono abusati?

Negli ultimi anni lo SPAM è cresciuto in maniera esponenziale, diventando un problema per tutti i paesi. Lo Spammer infatti attacca i computer di utenti di tutto il mondo che si trasformano in una sorta di collegamento inconsapevole; in questo modo lo spammer si protegge dalle legislazioni dei paesi che si dimostrano più rigidi nei confronti della pratica dello SPAM.

Si chiama Spammer, in gergo, colui che riesce a violare gli account degli utenti, inviando grandi quantità di email indesiderate. Lo spammer può essere una persona o un’organizzazione che vuole fare pubblicità ad un prodotto, proprio o di altri (nel secondo caso si parla di attività di spamming su commissione) oppure che ha intenzione di ideare una truffa online . Di solito le categorie di SPAM più diffuse sono quelle di farmaci, prodotti sessuali, mutui e prestiti e altri prodotti in generale.


Questo articolo è stato utile?

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.

Contattaci